Paradoxa, l'Arte Giapponese a Udine

Il 17 aprile inaugura a Udine Paradoxa, esposizione d’Arte Contemporanea Giapponese, prima di un progetto triennale dedicato all’Arte Asiatica. La mostra porta in Italia cinque degli artisti più rappresentativi del panorama nipponico. Altrementi ha avuto il piacere di curarne l’immagine coordinata, dall’ideazione del logo agli strumenti di comunicazione collegati. L’evento, organizzato da Denis Viva e in cima al calendario 2016 dei Civici Musei di Udine, apre in collaborazione con Far East Film Festival ed a pochi giorni dalla sua 18a edizione. La mostra è ospitata tra le sale di Casa Cavazzini e gli spazi aperti di Piazza Libertà dove l'artista Tatzu Nishi, con il sostegno di Illycaffè ed il supporto tecnico di Calligaris, realizzerà un’installazione intorno alla statua della Giustizia. Attraverso Paradoxa - Tatzu Nishi assieme a Manya Kato, Takahiro Iwasaki, Taro Izumi, Yuuki Matsumura - propone una riflessione sul mondo del paradosso, dell’errore nella cultura orientale e sulla riconversione degli oggetti quotidiani in opere d’arte. Curiosità: Udine è la prima città d’Italia a ricevere un site specific di Nishi (artista che cambia il proprio nome continuamente e che assumerà per Udine lo pseudonimo di Taturo Atzu).

Scopri ParadoxaImmagine coordinata

Share

Paradoxa